Mi chiamo Federico Fagiani, sono papà di Tommaso e Dora, sono un consulente finanziario e amo scalare montagne.
Sono nato a Milano nel 1982, ma sono cresciuto sulle sponde del lago Maggiore, con lo sguardo rivolto al Monte Rosa.
La mia prima grande passione è la montagna e da quando è nata non ho più smesso di andare per monti, d’estate come d’inverno, in primavera come in autunno, che si tratti di una parete di roccia, di un sentiero tra i larici o un pendio di ghiaccio e neve.
L’altra mia grande passione è la finanza personale, quella che ha a che fare con la vita e i sogni delle persone più che con gli investimenti.
Qualche mese prima dello scoppio della Grande Crisi Finanziaria, nel 2008, inizio a lavorare in banca (sarà un caso?); in oltre un decennio ricopro vari ruoli per approdare finalmente alla gestione dei risparmi e dei risparmiatori e scoprire la mia strada.
Inizio a leggere, ascoltare podcast (americani) e studiare. Bogle, Bernstein, Graham, Malkiel, Markowitz, Fama, Ellis, Taleb, Shiller, Kahneman, Thaler, Legrenzi, Richards, Carlson.
Stanco di occuparmi di consulenza agli investimenti e desideroso di iniziare a offrire vera consulenza agli investitori, a fine 2019, giusto qualche mese prima dello scoppio del Covid (altro esempio di grande tempismo), lascio il posto fisso in banca per diventare un consulente finanziario.
Alla passione/professione finanziaria affianco quella per la scrittura e scrivo quello che avrei voluto leggere 15 o 20 anni fa.