Indicatori di Sentiment sull’S&P500, fase attuale e prospettive di Eugenio Sartorelli

Vediamo cosa ci possono dire alcuni indicatori desunti dal mercato delle Opzioni sul principale mercato mondiale.

Ricordo che il mercato delle Opzioni è un mercato formato da specialisti, i quali si posizionano in funzione di anticipare cosa potranno fare (o non fare) i mercati sottostanti. Inoltre il mercato Usa è quello dove si concentrano i maggiori Volumi di Opzioni.

Iniziamo con il grafico del P/C Ratio (dati giornalieri a partire dal gennaio 2022 e sino alla chiusura del 7 febbraio):

Fonte: elaborazione dell’autore

Ricordo che il P/C Ratio è un indicatore contrarian che ha alcune similitudini con il Vix. Qui è rappresentato il Total Ratio che tiene conto dei Volumi delle Opzioni sia sull’indice S&P500 che sui singoli titoli. In figura vi è una media mobile esponenziale a 8 periodi per renderlo meno frastagliato.

Come si vede il 15 dicembre (vedi freccia verde) questo Indicatore ha fatto un evidente minimo, con l’indice S&P500 che prima ha avuto una pausa ma poi ha proseguito la salita.

Successivamente il P/C Ratio è sì sceso ma non su livelli storicamente bassi, ovvero sulla banda inferiore mostrata in figura. In pratica questo indicatore esprime un Sentiment è sì positivo, ma decisamente meno di quanto mostrino i prezzi dell’S&P500.

Passiamo ora al rapporto tra 2 Indici di Volatilità Implicita VVix/Vix:

Fonte: elaborazione dell’autore

Questo Indicatore è costituito dal rapporto tra VVix (volatilità media delle Opzioni sul Vix) ed il Vix (volatilità media delle Opzioni sull’S&P500). La correlazione con l’S&P500 è piuttosto diretta, come ben si nota dal grafico.

Dal recente massimo del 18 dicembre (vedi freccia blu) poi ripetuto ad inizio gennaio, questo indicatore è in leggero calo; ciò avviene in divergenza con quanto sta facendo l’S&P500; un evento che avviene assai raramente.

Da ultimo vediamo un Indicatore Sintetico di Sentiment (di mia creazione) che tiene conto di numerosi fattori, soprattutto legati al mondo delle Opzioni e della loro correlazione con l’Indice S&P500:

Fonte: elaborazione dell’autore

Questo Indicatore si vede come segua spesso (ma non sempre) la tendenza dell’Indice S&P500; quando non la segue vi sono dei segnali discordanti (divergenze).

In figura si vede come l’indicatore abbia fatto un recente minimo il 5 gennaio (vedi freccia verde) e solo successivamente ha seguito il rialzo dell’S&P500. La crescita di questo Indicatore ci conferma un Sentiment positivo, ma la sua intensità è ben inferiore a quanto sta mostrando l’indice S&P500.

In definitiva, gli Indicatori legati alle Opzioni segnalano che l’attuale fase di ulteriore crescita dell’S&P500 in atto dal minimo del 27 ottobre abbia sì un buon consenso da parte del mondo delle Opzioni, ma la sua intensità e ben inferiore alla forza mostrata dall’indice S&P500. Pertanto potremmo essere almeno ad una pausa della salita dell’S&P500 ho vicini ad una fisiologica correzione.

A cura di:

Eugenio Sartorelli 

Autore di:

https://www.investimentivincenti.it/

LE AVVERTENZE SONO PARTE INTEGRANTE DELL’ARTICOLO

AVVERTENZE: I contenuti di queste note e le opinioni espresse non devono in nessun caso essere considerati come un invito all’investimento. Le analisi non costituiscono mai una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsivoglia strumento finanziario.

Queste note hanno per oggetto analisi finanziarie e ricerca in materia di investimento. Qualora vengano espresse delle raccomandazioni, queste hanno carattere generale, sono rivolte ad un pubblico indistinto e mancano dell’elemento della personalizzazione.

Sebbene frutto di approfondite analisi, le informazioni contenute in queste note possono contenere errori. Gli autori non possono in nessun caso essere ritenuti responsabili per eventuali scelte effettuate dai lettori sulla base di tali informazioni erronee. Chi decide di porre in essere una qualsiasi operazione finanziaria sulla base delle informazioni contenute nel sito lo fa assumendone la totale responsabilità. 

DISCLAIMER: The contents of these notes and the opinions expressed should in no case be considered as an invitation to invest. The analyzes never constitute a solicitation to buy or sell any financial instrument.

These notes relate to financial analysis and investment research. If recommendations are made, these are of a general nature, are aimed at an indistinct audience and lack the element of personalization.

Although the result of in-depth analysis, the information contained in these notes may contain errors. The authors cannot under any circumstances be held responsible for any choices made by readers on the basis of such erroneous information. Anyone who decides to carry out any financial transaction on the basis of the information contained in the site does so assuming full responsibility.