The ELLIOTT WAVES lives on: S&P 500 Weekend Report del 10 gennaio 2021.

Ancora una puntata dedicata al lavoro del team di Anthony Caldaro, analista americano prematuramente scomparso l’anno scorso.

Dall’ultimo aggiornamento del mese di dicembre 2019, il blog gestito dalla figlia di Anthony Caldaro non è stato per ora più arricchito delle preziose analisi che portavano avanti il lavoro di interpretazione dei mercati secondo le onde di Elliott. Cercheremo dunque di fare del nostro meglio e di interpretare quando scritto sulle charts, che pur prive di commento, sono comunque sempre aggiornate.

Dal fine Settembre 2020 vengono poi aggiornati solo i prezzi senza fornire più le indicazioni date dal gruppo di studio.

 

ANALISI DI BREVE TERMINE DELLO S&P 500 AL 10 GENNAIO

Clicca sulla immagine per accedere alla fonte

Dopo aver fatto un quadro di medio termine, ci rivolgiamo questa volta allo scenario di breve con un’attribuzione del conteggio delle onde che è ad oggi solo farina del nostro sacco, visto che dalla fine di settembre 2020 purtroppo il blog viene aggiornato solo per la parte grafica con l’evoluzione dei prezzi ma la numerazione delle onde non viene più effettuata.

Proponiamo dunque un conteggio che vede il mercato attualmente inserito nello sviluppo della 3 onda blu, partita da 3.234 con obiettivi che possiamo conteggiare moltiplicando l’ampiezza della 1 blu per 1,618 volte.

Essendo la 1 blu lunga 340 punti (ovvero da 3.209 a 3.549), moltiplicando per 1,618 volte otterremo 550 punti che proiettati da 3.234 conducono ad un obiettivo minimo a 3.784, area che in realtà proprio venerdì è stata leggermente oltrepassata.

Come possiamo vedere comunque dal grafico che abbiamo allegato, il movimento al suo interno si sta scomponendo in sotto-onde che conducono ad obiettivi ben superiori al primo già raggiunto a 3.784.

In particolare se utilizziamo lo stesso metodo per calcolare l’obiettivo della “iii” verde (a sua volta facente parte della sotto-onda 3 blu) e proiettando dunque dalla “ii” verde la lunghezza della “i” verde che va da 3.234 a 3.646 moltiplicata per 1,618 (ovvero 412*1,618= 666) otterremo obiettivi molto alti e pari a 666 + 3.550 = 4.216.

Secondo questo nostro conteggio dunque ci sarebbero ancora una decina di punti percentuali di rialzo per lo SP500 nelle prossime settimane.

Come sempre raccomandiamo prudenza sia nel livello dei valori indicati, sia nel fatto che si tratta di proiezioni che, non solo possono essere fallaci, ma vanno prese solo come indicazione generica e non come suggerimenti operativi.

Per ora comunque, sia a livello di conteggio, sia a livello di indicatori, non si intravvedono segnali di debolezza del trend. Eventuale debolezza e un necessario riconteggio sarebbe necessario in caso di scivolone dell’indice al di sotto dell’area 3.550.

Anche questa settimana ricordiamo di collocare le proprie valutazioni nel lungo periodo, raccordandole con il proprio profilo di rischio. In ogni caso è utile rileggere quanto scritto il 10 Gennaio 2020 in riferimento all’analisi di lunghissimo termine di Tony Caldaro:

Clicca sulla immagine per accedere alla puntata del 10 gennaio 2020

Classificazione delle onde:

Grafici tratti da:

Clicca sulle immagini per accedere alla fonte

Accedendo alla fonte potrete seguire l’evoluzione dei grafici che verranno aggiornati in tempo reale.

AVVERTENZE: I contenuti di queste note e le opinioni espresse non devono in nessun caso essere considerati come un invito all’investimento. Le analisi non costituiscono mai una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsivoglia strumento finanziario.

Queste note hanno per oggetto analisi finanziarie e ricerca in materia di investimento. Qualora vengano espresse delle raccomandazioni, queste hanno carattere generale, sono rivolte ad un pubblico indistinto e mancano dell’elemento della personalizzazione.

Sebbene frutto di approfondite analisi, le informazioni contenute in queste note possono contenere errori. Gli autori non possono in nessun caso essere ritenuti responsabili per eventuali scelte effettuate dai lettori sulla base di tali informazioni erronee. Chi decide di porre in essere una qualsiasi operazione finanziaria sulla base delle informazioni contenute nel sito lo fa assumendone la totale responsabilità.

 

DISCLAIMER: The contents of these notes and the opinions expressed should in no case be considered as an invitation to invest. The analyzes never constitute a solicitation to buy or sell any financial instrument.

These notes relate to financial analysis and investment research. If recommendations are made, these are of a general nature, are aimed at an indistinct audience and lack the element of personalization.

Although the result of in-depth analysis, the information contained in these notes may contain errors. The authors cannot under any circumstances be held responsible for any choices made by readers on the basis of such erroneous information. Anyone who decides to carry out any financial transaction on the basis of the information contained in the site does so assuming full responsibility.