The ELLIOTT WAVES lives on: S&P 500 Weekend Report del 8 giugno 2019.

Con questa settimana parte uno spazio dedicato al blog di Anthony Caldaro, analista americano prematuramente scomparso quest’anno. Il suo splendido lavoro è oggi portato avanti dalla figlia Christine e dai suoi studenti. Da vecchio lettore del blog non posso che ringraziarli per aver dato continuità alle analisi e al taglio di Tony che attraverso questo spazio cercherò di ricordare con stima.

Il mio intento sarà quello di trasmettere il più integralmente possibile i contenuti del commento settimanale senza esprimere la mia opinione, se non per cercare di semplificare l’analisi delle onde di Elliott.

ANALISI DI BREVE TERMINE DELLO S&P 500

Come già ipotizzato la scorsa settimana abbiamo probabilmente assistito al completamento della “c” in area 2729 dove abbiamo dunque segnato la fine della minor 2. Da quei minimi è partito un movimento veloce e molto ripido che ha riportato lo SP500 dritto a 2885 praticamente senza sosta, trascinando l’indicatore RSI in zona di evidente ipercomprato. Dopo un tale movimento non è improbabile a questo punto assistere ad un ritracciamento della salita da 2729 a 2885. Prima di poter ipotizzare come si stia sviluppando la nuova onda minor 3 rialzista – che sembra a questo punto partita – abbiamo bisogno di vedere come si sviluppi la price action nei prossimi giorni. I supporti di breve si trovano a 2858 e a 2835. I livelli di resistenza a 2884 e a 2929.

Chiudi il menu